Smagliature rosse su donna incinta

Cosa sono le smagliature? Perché vengono? Vanno via?

Le smagliature in gravidanza

La gravidanza è uno dei periodi più belli nella vita di una donna, ma...

​Ma come nelle storie più belle nasconde insidie niente affatto gradite. 

Parlo delle temute smagliature.
Solo a sentirle nominare un piccolo brivido di paura corre lungo la schiena. 🙁 Brrr!

L’aumento della circonferenza della pancia e il rigonfiamento del seno, caratteristiche tipiche del terzo trimestre, potrebbero essere un invito a nozze per questo brutto inestetismo.

Il grande filosofo cinese Sun Tzu dice: 

Conosci il tuo nemico come conosci te stesso. Se farai così, anche in mezzo a cento battaglie non ti troverai mai in pericolo.

Iniziamo a conoscere meglio le smagliature e a capire cosa sono.
Come vengono? Perché? E soprattutto, vanno via?

More...

Cosa sono le smagliature

Le smagliature sono un inestetismo piuttosto comune che colpisce indifferentemente sia le donne che gli uomini.

Dal punto di vista medico le strie distensae, questo il loro termine scientifico, sono delle alterazione atrofiche causate dalla rottura delle fibre elastiche della zona più interna della pelle, il derma.

Con il termine atrofia si indica una riduzione della massa dei tessuti ed organi causata dalla diminuzione del numero di cellule o delle loro dimensioni. (FONTE: https://it.wikipedia.org/wiki/Atrofia)

Questa frattura provoca delle vere e proprie cicatrici che, a livello dell’epidermide (lo strato più superficiale della pelle) sono visibili come delle depressioni di entità differente

Il nome di tali depressioni è linee cicatriziali.

All’inizio si presentano come delle strisce rossastre che, con il passare del tempo, tendono a diventare color bianco lucido.

Le smagliature, infatti, si manifestano con delle colorazioni differenti a seconda dello stadio di infiammazione in cui si trovano.

Le dimensioni, invece, non subiscono variazioni troppo evidenti nel tempo e rimangono sempre della stessa forma irregolare e asimmetrica.

A causa della perdita di tono della pelle al tatto sono flaccide e facilmente afferrabili.

Le zone più sensibili a subire questo fenomeno sono il seno, l’addome e i fianchi.

Come vengono le smagliature

Le smagliature tendono a comparire in caso di elevate e repentine variazioni di peso, in presenza di alti livelli di stress o dopo un uso prolungato di farmaci corticosteroidi (che contengono cortisone).

Meno di frequente, invece, sono dovute a delle malattie genetiche che vanno a interferire con la normale elasticità della pelle (sindrome di Marfan o di Ehlers-Danlos) o a condizioni patologiche (malattia di Cushing o ipersurrenalismo) legate a una sovrapproduzione di cortisolo.

Ricapitolando, le principali cause di formazione delle smagliature sono:

  • Sovrappeso e/o obesità
  • Grandi variazioni di peso in breve tempo
  • Predisposizione genetica
  • Diete molto restrittive
  • Utilizzo di farmaci corticosteroidi
  • check-square-o
    Carenza di vitamine o di nutrienti fondamentali
  • check-square-o
    Gravidanza

Smagliature rosse (strie rubre)

Le smagliature rosse, conosciute anche come strie rubre, sono il primo stadio del processo di infiammazione che interessa il derma.

Solitamente sono accompagnate da un fastidioso prurito, mentre più raramente presentano anche un po’ di bruciore.

Ciò è dovuto al fatto che la pelle si assottiglia, diventa più tesa e mostra lo strato sottocutaneo ricco di capillari e irrorato di sangue.

Smagliature bianche (strie distensae)

Le smagliature bianche rappresentano il secondo e ultimo stadio del processo di infiammazione del derma.

Le striature rosso-violacee si trasformano fino a diventare cicatrici, delle vere e proprie lesioni della pelle dalla tipica colorazione bianco opaca.

A questo punto la circolazione del sangue è diminuita, la pelle è ormai priva di elasticità e si presenta atrofica

Le smagliature vanno via?

Il modo migliore per eliminare le smagliature è la prevenzione.

Ecco le regole d’oro per combattere questo brutto inestetismo alla radice:

  1. Mantieni il corpo ben idratato
  2. Segui una dieta sana ed equilibrata
  3. Fai attività fisica regolare
  4. Non fumare

Se, sfortunatamente, le smagliature sono già comparse puoi cercare di attenuarle fin da subito utilizzando una crema specifica per le smagliature composta da ingredienti selezionati con amore che idrati la pelle in profondità e le restituisca vitalità.

Più le smagliature sono vecchie e meno l'effetto sarà visibile. A quel punto solo un intervento estetico può eliminare l'inestetismo.

Con Pancina puoi prevenire e attenuare le smagliature.

Io l'ho testata con successo in gravidanza e tuttora.

Ho potuto appurare ciò che gli studi di laboratorio avevano certificato: il suo uso costante aiuta a ridurre le smagliature del 15% già dopo 29 giorni.

Prova anche tu e fammi sapere! 😉

Crema smagliature Pancina

Sei pronta a prenderti cura della tua pelle e a difenderla dalle smagliature?

Sull’autore Sara Biancalana

Mamma appassionata e prima tester di Pancina in gravidanza. Perché per la mia pelle voglio il meglio.

Lascia un commento:

6 commenti
Crema per le smagliature in gravidanza: serve davvero? dice anno scorso

[…] Per approfondire il tema smagliatura leggi “Cosa sono le smagliature”. […]

Rispondi
Prevenire le smagliature in gravidanza: i 5 caposaldi dice anno scorso

[…] Siamo destinate ad avere tutte le smagliature? […]

Rispondi
Quando arrivano le smagliature in gravidanza? Dipende da te! dice anno scorso

[…] Ti consiglio di dare un'occhiata al mio post: "Cosa sono le smagliature" […]

Rispondi
20 rimedi naturali e la smagliatura non fa più paura… forse! dice anno scorso

[…] ho già spiegato cosa sono le smagliature in maniera […]

Rispondi
Quando mettere la crema per le smagliature in gravidanza? Ieri! dice anno scorso

[…] delle smagliature in gravidanza è un problema che riguarda circa il 90% delle donne. A essere più a rischio sono le donne più […]

Rispondi
I principali 8 disturbi della gravidanza: combattili così dice qualche mese fa

[…] le smagliature tendono a comparire verso la fine della gravidanza, dal sesto mese in […]

Rispondi
La tua risposta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi