La nostra prima ecografia
La prima ecografia

La nostra prima ecografia

Giugno 2017 è passato in fretta.

In compenso, come regalo mi ha lasciato le prime nausee serali.

Sì, a me le famose nausee mattutine vengono principalmente di sera. 🙂
Il mio orologio interno deve essere un po’ sballato.
Tu che dici? Proprio vero che ogni gravidanza è un mondo a sè.

Le calde giornate di luglio riservano un appuntamento importante: la prima ecografia.
Sarà l’estate, saranno i raggi di sole che accompagnano i nostri risvegli, ma mi sento positiva! 🙂

Appuntamento di pomeriggio in ospedale.
Quando arriva il mio turno?
Sento l’adrenalina crescere e, piano piano, si sta impossessando del mio corpo.

Fatemi entrareee!

Matteo, seduto a fianco a me, sembra sereno.
Cerca di distrarmi parlando dell’andamento della nostra squadra del fantacalcio.
Chi l’ha detto che il calcio è solo per i maschietti?

Finalmente chiamano il mio nome.

Guardo Matteo per prendere coraggio.
Ok ci siamo, via senza indugiare!
Dentro l’ambulatorio, dopo uno scambio di convenevoli con il medico, finalmente ecco la fatidica frase:

Può sdraiarsi sul lettino.

Mi avvicino in punta di piedi mentre il cuore inizia a pompare una musica hard core.
Non credevo potesse sostenere un ritmo così palpitante.

Scopro la pancia e il medico ci sparge sopra litri di gel.

Mah sì, non è questo il momento di essere parsimoniosi!
Il dottore inizia il suo giro con il cursore alla ricerca di un piccolo semino.
Gira, gira, gira…

Eccolo lì un bel fagiolino! Lo vede signora? Questo è il suo piccolino.

A dir la verità non è che ci capisca un granchè ma se lo dice lui, ci crediamo!
Dopo poco sento il rumore di un trenino che corre all’impazzata.
Ciuf ciuf ciuf ciuf ciuf ciuf ciuf. Stantuffa alla grande.

Stringo forte la mano di Matteo e i nostri sguardi si incontrano emozionati.
È il suono più bello del mondo.
È il battito del cuore della nostra creaturina!
Sorridiamo beati e un po’ increduli.
Diventeremo genitori… non l’abbiamo ancora mica capito!

Il dottore ci conferma la presenza di un embrione.
Soprattutto sta procedendo tutto bene.

Meglio di così non può andare.

Usciamo dalla visita soddisfatti e rilassati.
So che è ancora presto ma… perché non festeggiare per la bella notizia?
D’altronde il nostro motto è:

Pensa positivo, e mettilo in pratica!

(Paolo Svegli docet).
Godiamoci ogni singolo istante di questa gravidanza.
Perché non regalarsi una coccola culinaria?
Sì, una cenetta romantica è proprio quello che ci vuole.

Dove si va?
Direi che il nostro ristorantino preferito è un’ottima soluzione.

Annaffiamo il tutto con un brindisi.
Come dici?
Eh certo, per me rigorosamente analcolico 😛

Sull’autore Sara Biancalana

Mamma appassionata e prima tester di Pancina in gravidanza. Perché per la mia pelle voglio il meglio.

Lascia un commento:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi